lunedì 30 luglio 2007

Ultimates #28 (Mark Millar - Brian Hitch)

Siamo nel mezzo del panorama supereroistico americano.
Marvel. Your universe.
Abbiamo a che fare con le peggio icone del fumetto supereroistico americano: Iron Man, Capitan America, Giant Man, Thor.
Voglio dire... che cazzo possono riservarci di nuovo 'sti decrepiti dannatamente bidimensionali personaggi??

Ok. Millar mi ha bacchettato sulle mani dal primo numero della prima stagione. Mi ha detto pistola, stai a vedere. E mi ha fatto vedere.

Travestito da serial televisivo ad altissimo budget, Ultimates è una scossa dalle fondamenta al mondo dei supereroi classici. Una botta in faccia. Continua. Eppure sta alla perfezione nel mainstream.
Cogli battute, schetch umoristici. Ci sono scene pesantissime.
Attacchi alieni, terroristi superumani, Hulk che sbrocca e vuole farsi Betty (sì, sì, proprio in quel senso!) e distrugge Manhattan. Giant man che picchia a sangue la moglie Wasp per un litigio da nulla. Tutte e due le stagioni sono impregnate di profonda ironia nei confronti di un mondo (quello degli eroi in calzamaglia) che onestamente aveva bisogno dell'ennesima scossa.

Grazie a Millar.
Grazie a Hitch, un disegnatore che abbiamo capito può disegnare TUTTO.
Non ha mai smesso di stupire, nel mezzo del #28 (ultimo numero della seconda stagione) compare una scena di battaglia composta da 8 fogli! Un mega poster che fa parte della narrazione.

Spettacolo. Imperdibile.

2 commenti:

denism ha detto...

Ciao Daniele,
Capito qui sul tuo blog per caso, e ne approfitto per farti i complimenti riguardo al tuo lavoro su Avengers - The initiative
Ottimo lavoro davvero, poi Stefano e davvero un fenomeno assoluto!
Ma tu hai fatto la Scuola del Fumetto a Milano per caso?

comics & more ha detto...

ciao denis!
hai indovinato!
classe 2002, elementi come Andrea Longhi, Emanuele Tenderini...
pazzi scatenati che conosci bene...
;)
ti ringrazio per i complimenti. ricambio, perchè sul tuo blog ho visto le tavole dei moicani e sono una vera BOMBA!