domenica 24 febbraio 2008

Cloverfield (2008 - in theaters)

Difficile dire qualcosa del film senza fare spoiler, ma ci proverò.

J.J.Abrams ha idee.
O quasi sicuramente ha uno staff dietro che ha idee.
Rimane il fatto che produttori come lui non ce ne sono molti. Perchè rischia.
Questo film è un grosso rischio! Eppure, pur essendo qualcosa di innovativo e quindi ad alta percentuale di fallimento, è frutto di un compromesso.

J.J.Abrams è l'uomo del compromesso.
Perchè è vero, sa cavalcare le tendenze, sa anticiparle, quasi. Ma la realtà è che ogni suo prodotto, a partire da Lost, è studiato per affascinare. Quindi è un compromesso: l'innovazione che tiene conto prima di tutto del gusto del pubblico mainstream.

E' in questo modo che fa sempre centro.
Cloverfield è, per scelta, un film incompleto. Non dice, non spiega, non conclude. Eppure il film ha una conclusione! Questo è il gioco!
Ed è un gioco divertente, che regala brividi, fa rimanere sul filo della suspance per tutta l'oretta e mezza buona di pellicola.

J.J.Abrams prende in giro. Sempre. Se si sta attenti, ce ne si accorge. Ma lo fa in maniera così intelligente da divertire in ogni caso!!

Un unico avvertimento per l'amico J.J.Abrams: se tira troppo la corda, c'è la sana possibilità che si spezzi...

Nessun commento: