domenica 11 maggio 2008

Speed Racer (2008 - in theaters)

Sì, ho pensato la stessa cosa.
Ho visto il trailer e ho pensato quello che hanno pensato tutti: un'altra immensa cagata del sopravvalutato duo dei Wachowski Brothers, che dopo il primo Matrix, si son arenati davanti all'impossibilità di superarsi.

Da piccolo ero un fruitore accanito della serie a cartoni animati.
Go go go Mach 5 era LA corsa di auto. Il confronto fra i fasti dell'infanzia e una produzione quanto meno anacronistica, in cui la computer grafica è lo sfondo di un giochino elettronico di prima generazione, era impari: la nostalgia avrebbe vinto, sempre e comunque.

Invece no: Speed Racer diventa una rivelazione assoluta.
Opulento, spettacolare e nostalgico.

Nelle immagini ho trovato il passato e il futuro, innovazione e rimpianto in egual misura. Le immagini sono "anni '70" per scelta, sono il nuovo cartone animato (le immagini in puro 3D) realistico eppure finto. E il bambino che è in noi deve fare il salto e credere.
Il gusto retrò per i colori sgargianti e ipersaturi è bilanciato in maniera perfetta da montaggi iperdinamici e analogici, slow-motion e ritmo da videoclip.

Continui ed intelligenti i riferimenti al primo anime, alla cultura nipponica, all'immaginario infantile. Ci sono d'altro canto chicche erotiche divertenti, come i joystick-cambiomarce delle tre donne in gara o le inquadrature da sotto delle gambe di Trixie mentre pilota l'elicottero!

Scene di gara mozzafiato sono spezzate, alternate, miscelate in un crescendo di spettacolo puro, in cui i vecchi pistoni a molla della serie TV possono far compiere evoluzioni incredibili alla Mach 5 del protagonista. Quando pensi di aver visto tutto, ecco che i fratelli registi stupiscono ancora.
Nel climax finale ho provato le stesse emozioni che animavano la mia giornata quella mezz'ora davanti al televisore, quando avevo 10 anni.

Così i Wachovski si sono di fatto riscattati.
Hanno dimostrato che la classe non è acqua: ogni tanto torna a galla.

3 commenti:

alex crippa ha detto...

e va bene, vado a vederlo!
in tutti i blog ne parlano bene, e in particolare tu mi hai fatto venire l'acquolina in bocca...

Go Dani!

comics & more ha detto...

mamma mia, non puoi astenerti!
alla fine quasi piango!

un groppo in gola così ce l'ho solo quando ascolto la sigla di mimì e la nazionale di pallavolo!

anche quando sento ken falco però...

Andrea Longhi ha detto...

ti ho incatenato: http://www.andrealonghi.it/bmachine/post/index/481/La-mia-postazione-di-lavoro-catene-maledette